E poi…

E poi…

Nell’attesa di sapere si fanno milioni e milioni di pensieri!

E poi? Poi dopo questa volta ti troverai altre infinite volte ad attendere, quindi, come dice una canzone di Neffa, “devi stare molto calmo”!

Ma come si fa a stare sempre calmi quando la vita scorre veloce e si trascina via tutte le cose che tu oggi avresti voluto fare e non puoi…

E poi pensi che in realtà tu oggi di cose ne puoi fare tante, perché è inutile che tutto si fermi nell’attesa del  risultato di un esame che non ti dirà che sei guarita per sempre (ma che è ugualmente importante perché almeno sarà un primo grande passo verso quel traguardo), nel frattempo hai così tante possibilità davanti a te, tanti momenti di cui godere e non sai da dove cominciare!

Quando ero in ospedale mi ripetevo sempre che una volta tornata a casa non mi sarei persa nemmeno un attimo della mia vita!

Ma cara ragazza (matura, ma pur sempre ragazza!), non ti devi far prendere dalla frenesia, perchè  il tuo cervello va a mille, ma il tuo corpo non lo può ancora fare!

Così tra un riposino e un altro ci sta una bella passeggiata, oppure un bel giro per negozi per fare un pò di shopping (mi piace!) o meglio ancora un bella chiacchierata con gli amici.

E se il tempo è brutto magari leggi un bel libro o guardi qualche programma stupido alla televisione o meglio ti metti a cucinare la pasta fresca!!!

E poi? Poi piano piano tutto il resto arriverà e allora vi dirò  “questa volta lasciate che sia felice…”

 

Ode al giorno felice 

Questa volta lasciate che sia felice,
non è successo nulla a nessuno,
non sono da nessuna parte,
succede solo che sono felice
fino all’ultimo profondo angolino del cuore.
 


Camminando,dormendo o scrivendo,
che posso farci, sono felice.
sono più sterminato dell’erba nelle praterie,
sento la pelle come un albero raggrinzito,
e l’acqua sotto,gli uccelli in cima,
il mare come un anello intorno alla mia vita,
fatta di pane e pietra la terra
l’aria canta come una chitarra.


Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,
tu canti e sei canto,
Il mondo è oggi la mia anima
canto e sabbia,il mondo oggi è la tua bocca,
lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia
essere felice,
essere felice perché si,
perché respiro e perché respiri,
essere felice perché tocco il tuo ginocchio
ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo
e la sua freschezza.
Oggi lasciate che sia felice, io e basta,
con o senza tutti, essere felice con l’erba
e la sabbia essere felice con l’aria e la terra,
essere felice con te,con la tua bocca,
essere felice.

 

4 Commenti

  1. Elisa 7 anni fa

    Straordinaria creatura, lo abbiamo imparato da te … LA VITA E’ ADESSO (scusa la citazione arcaica!)

    Sii felice tu e basta, con o senza tutti.

    Fatti amica, amati, accarezza la tua anima ferita… e poi? E poi è domani e domani ancora e ancora … tutta vita, la

    tua.

  2. claudia 7 anni fa

    Guarda avanti serena, godi ogni attimo della vita, i profumi , i sapori …… gli altri non sanno apprezzare TU si.
    Ci sono passata anch’io e da quel momento la vita per me ha un altro valore, tutto ha un valore diverso.
    Un abbraccio e ……. aspetto con te

    • Autore
      Sabrina Caggiano 7 anni fa

      Cara Claudia, grazie per le tue parole che mi riempiono il cuore di gioia!
      A presto!
      Ti abbraccio

  3. alessandra 7 anni fa

    ciao Sabrina,che gioia leggerti!finalmente anche mia sorella ha fatto il trapianto!tanta l’ attesa,tanta la paura,tanti se…….!ora siamo a +15!aspettiamo,siamo fiduciosi che la luce che prima era fievole ora brilla sempre di piu!la vita cambia,e nn solo per chi affronta la malattia,ma anche per la famiglia!tutto ha un sapore diverso….ti mando un bacio e….nn sono raffreddata;-)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*